Continua il viaggio alla scoperta dell’Italia Gluten Free. Questa volta vi portiamo a Vigevano, provincia di Pavia, dove Francesco Peroni ha dato inizio nel 1864 alla storia della birra a cui, nell’allora Regno Sabaudo, diede il suo nome: Birra Peroni.

 

Birra Peroni, una storia lunga 170 anni.

 

Poco meno di vent’anni dopo, nel 1864, Francesco avvia una seconda fabbrica di birra a Roma, ormai Capitale del Regno d’Italia. Un’operazione che Francesco delega al figlio Giovanni, intuendo le potenzialità del mercato capitolino, luogo dove tutt’ora è presente il quartier generale dell’azienda ed uno dei tre stabilimenti produttivi. Oltre a Roma infatti, Birra Peroni produce le sue birre negli stabilimenti di Bari e Padova. Mentre il processo di maltazione avviene presso la malteria Saplo, a Pomezia. L’insieme di queste strutture consentono di raggiungere una produzione annua di 5 milioni di ettolitri di birra, oltre 1 milione dei quali destinato all’esportazione.

 

Birra Peroni quest’anno festeggia i suoi primi 170 anni di storia. Una lunga storia - legata a doppio filo allo sviluppo sociale ed economico del nostro Paese - fatta di qualità, sostenibilità, tradizione, passione e italianità, nel corso della quale il marchio Peroni si è affermato quale leader del mercato italiano della birra. Per celebrare un anniversario così importante, Birra Peroni ha realizzato e messo sul mercato sei lattine, in edizione limitata, che riproducono rispettivamente le storiche etichette del 1910, 1930, 1935, 1960, 1964 e 1980. Ognuna con una sua storia, tutta da scoprire e da raccontare.

 

Ma quel è il segreto del successo di Birra Peroni? Anzitutto, le materie prime. Tutte le birre nascono da un’attenta selezione degli ingredienti: acqua, malto d’orzo, mais, lievito e luppolo. L’acqua, deve essere di buona qualità organolettica e pura dal punto di vista microbiologico; l’orzo, selezionato in varietà specifiche per la produzione di birra e di qualità controllate per quanto riguarda il contenuto di proteine, enzimi, capacità germinativa. Selezione accurata anche quella del lievito, luppolo e mais.

 

In definitiva, la selezione delle materie prime e il processo produttivo caratterizzato da elevati standard di controllo e sicurezza danno vita ad un prodotto di altissima qualità, da sempre apprezzato da generazioni di consumatori, italiani e non.

 

 

 

 

Ma nei suoi 170 anni di storia, Birra Peroni ha conosciuto successi, evoluzioni e innovazioni. Una di questa è senza dubbio la Peroni Senza Glutine, la birra attraverso cui l’azienda – circa due anni fa e dopo mesi di studio, analisi, ricerche e test – è definitivamente entrata nel mondo del gluten free.

 

Il progetto è nato dalla volontà di valorizzare la passione per lo stare insieme e per dare la possibilità a tutti, in particolare a coloro che seguono una dieta senza glutine, di condividere e gustare una buona birra con gli amici o in famiglia. Con questo obiettivo, Birra Peroni ha messo a punto un processo produttivo che permette di garantire una totale “non contaminazione” del prodotto e un contenuto di glutine inferiore ai 10ppm, senza modificare la ricetta originale Peroni e conservando la totale naturalità degli ingredienti.

 

La produzione di Peroni Senza Glutine è resa possibile adattando il ciclo di produzione della birra a specifici standard. Anzitutto, l’utilizzo di tini e linee separate per il mosto che viene deglutinato incrementando o inserendo nuovi processi di pulizia di tutti gli impianti coinvolti. Una pulizia che viene verificata con test specifici, sia prima che durante la produzione.

 

Dopo la fermentazione la birra senza glutine sosta in alcuni serbatoi dedicati, fino all’arrivo dei risultati delle analisi condotte da un laboratorio esterno e indipendente. Solo dopo aver ricevuto i risultati positivi, si procede con la fase di imbottigliamento e confezionamento, una fase in cui – come nelle precedenti – viene prestata molta attenzione al fine di garantire la totale non contaminazione del prodotto.

 

La Peroni Senza Glutine si differenzia dalla Peroni esclusivamente per l’assenza di glutine.

 

L’obiettivo di Birra Peroni infatti è fin dall’inizio quello di garantire, anche a coloro che non possono assumere glutine, lo stesso gusto rotondo e bilanciato della classica Peroni.

 

E allora non resta che gustare la Peroni Senza Glutine, scegliendo la Summer Box che Sglutinati e Peroni Senza Glutine hanno realizzato!

 

Scopri qui la Box (Big o Small) per la tua #estatesglutinata con #peronisenzaglutine!