Pochi giorni e sarà Gluten Free Days!

Nei giorni scorsi abbiamo avuto il piacere di intervistare l'archittetto Roberto Malfatto, fondatore di Lanificio Factory e di Gluten Free Days!

E' stato molto belle e interessante conoscere cosa si nasconde dietro la due giorni dedicata al Gluten Free.Non resta che leggere l'intervista realizzata da noi di Sglutinati

 

 

 

 

Lanificio Factory è solo Gluten Free Days?!

 

LANIFICIO FACTORY è molto più che Gluten free. Siamo nati per costruire progetti di creatività e comunicazione a 360 gradi e nella nostra mission uno degli elementi centrali è la creazione di format innovativi negli ambiti più diversi ma costruiti su un fil rouge  comune che intende  mettere  i "contenuti " e la qualità delle proposte ,  alla base dei  processi creativo/produttivi .

 

 
Cosa significa per voi Gluten Free Days?

 

Significa aver iniziato un percorso virtuoso,  in una ambito ricco di informazioni non sempre  esatte , che vuole invece mettere al centro la persona e le problematiche connesse alla sua malattia

 

 


Siete giunti alla quarta edizione di questa manifestazione, avreste mai pensato di raggiungere questo traguardo?

 

Sinceramente no . L'evento è cominciato quasi per gioco e si è evoluto negli anni. Oggi riteniamo di non avere eguali per contenuti scientifici e approfondimenti

 

Qui di seguito l'evoluzione del Gluten Free Days in quattro immagini. Dal 2013 al 2016, quattro anni di storia!

 

 

        

 

 

                          

 

 
A livello di contenuti, quali sono le novità dell'edizione di quest'anno?

 

Quest'anno più che negli altri anni puntiamo all'aggiornamento di tutte le tematiche relative alla celiachia , all'informazione corretta e alla offerta di servizi di supporto/screening e alimentazione in genere , sia a visitatori che alle imprese

 


Se dovessi sintetizzare in poche parole il senso profondo dell'evento 2016 che sta per arrivare, come lo definiresti?

 

Un evento unico in ambito Gluten Free , per avere un panorama davvero completo sulle nuove opportunità sia del mercato che della ricerca.

 


Organizzare questa manifestazione, significa anche essere aggiornati sull'andamento del mercato e sullo scenario dei consumi. Quale tipo di movimento siete in grado di individuare sul mercato del senza glutine?

 

Direi due tipi di tendenze. Una destinata a proporre cibi gluten free ma di elevato gusto e qualità, l'altra che cerca modi per rendere sempre più semplice e diffusi i prodotti senza glutine attraverso sistemi di surgelazione  che consentono anche a bar di avere "qualcosa " da offrire.

 


Quale pensate sia il valore aggiunto del senza glutine in Italia rispetto a quello estero (sia a livello di mercato che di percezione e consumi)?

 

L'Italia, al solito molto attenta alla qualità/bontà dei propri prodotti, è all'avanguardia soprattutto con piccole aziende locali. Per quanto riguarda  i consumi direi che da noi sono concentrati soprattutto  tra chi ha problemi con la malattia . All'estero esiste anche un "fenomeno moda gluten free"  che da noi non si avverte.

 

Un messaggio a tutti coloro che vorrebbero partecipare al GFD 2016?

 

Una manifestazione imperdibile per chiunque abbia una qualche vicinanza a questa malattia

 

 

E allora non vi resta che venire al Gluten Free Days!

 

Vi ricordiamo che Sglutinati vi porta al Gluten Free Days regalandovi il biglietto d'ingresso! Acquista la Shopper Sglutinati con la Peroni Senza Glutine e noi ti regaliamo il biglietto d’ingresso!

 

Per info sull'evento clicca qui