Maggio è il mese dell'intolleranza al glutine e dal 16 al 22 Maggio si celebra anche la Settimana della Celiachia

Questa è una Settimana per dire no alla cattiva informazione  e accendere i riflettori sulla diagnosi di celiachia.

Con Sglutinati vi daremo in questi giorni dei piccoli suggerimenti su quanto è bello e normale vivere senza glutine!

Oggi abbiamo incontra una donna gluten free e grandissima amica: Anna Lisa Iacobellis socia di Gluten Free Travel & Living e food blogger. Scoprite anche il suo Senza glutine per tutti i gusti - qui

Siete pronti a scoprire insieme a lei come gestire una cucina di uomini e donne celiaci e non celiaci?!

Buona lettura!

 

Ciao Annalisa. Sei celiaca?

 

Si, sono una celiaca realizzata 

 

 

Da quanti anni?

 

Dall’ormai  lontano 2003

 

 

Cosa è per te la celiachia?

 

La celiachia è ciò che in realtà è; una malattia!  Ma soprattutto la celiachia è una condizione di vita che spesso condiziona la vita ed è su questo che bisogna lavorare.

 

 

Famiglia di celiaci o solo tu?!

 

Le celiache siamo io e mia figlia. Almeno per ora!

 

 

Come spiegare la celiachia ai tuoi figli?

 

La diagnosi a mia figlia è stata fatta quando lei aveva solo 3 anni pertanto il percorso è stato abbastanza naturale. In realtà a quell’età lei dipendeva completamente da me ed era addirittura felice di essere uguale alla mamma per rafforzare la simbiosi. Mio figlio è arrivato dopo ed è cresciuto sentendo parlare di alimenti senza glutine, di possibile contaminazione e di “questo lo possiamo mangiare tutti e quello no”. L’attenzione in casa è sempre alta ma nasce spontanea per tutti ormai.

 

Tre suggerimenti per gestire una cucina di celiaci e non celiaci?

 

1)     Scegliere possibilmente di consumare il più possibile ingredienti naturalmente senza glutine

 

2)     Dividere la dispensa su due ripiani separati per evitare confusione fra i prodotti

 

3)     Eliminare farine glutinose perché sono quelle più difficili da gestire senza creare la tanto temuta contaminazione

 

Tre consigli per mangiare sano e senza glutine?

 

1)     Leggere sempre le etichette in maniera consapevole

 

2)     Orientarsi su cereali e farine naturali che non contengono glutine

 

3)     Cercare, ove possibile, di preparare almeno la colazione sempre in casa abbinandola alla frutta fresca per arricchire l’apporto di fibre

 

 

 Prodotti home made o acquistati?

 

Decisamente homemade quando si può ovviamente. Non bisogna demonizzare i prodotti in commercio, ce ne sono di validi, di sani e di gustosi. Però preparare ciò che mangiamo da sicuramente più soddisfazioni e ci rende liberi di scegliere. In particolar modo cerco di insegnare a mia figlia a cucinare senza glutine perché sia sempre autonoma e autosufficiente anche in futuro. Ma per ottimi prodotti io scelgo Sglutinati! :-)

 

 

Cena a casa con amici. Cucina gluten free per tutti o separata?

 

Assolutamente Gluten free per tutti! La parte più divertente sarà sorprendere i commensali con ottime preparazioni senza glutine di cui loro non sospettavano l’esistenza. 

A questo proposito io e le mie colleghe di Gluten Free Travel & Living - qui abbiamo pubblicato un libro edito da Gribaudo, in cui proponiamo ricette facili e adatte a tutti ma proprio tutti perché a tavola non ci siano differenze di alcun tipo. Scopri il libro qui